Sogno Milano: l’Allianz Powervolley fa festa contro Civitanova

SHARE

CIVITANOVA – Altalena di emozioni all’Eurosuole Forum di Civitanova ma con il verdetto più bello: l’Allianz Powervolley Milano batte la Lube per 3-1, infliggendo per la seconda volta consecutiva la sconfitta ai quarti di finale della Del Monte Coppa Italia ai campioni d’Italia. Una gara durata 1 ora e 40, in cui è venuta fuori la grinta dei meneghini che, sotto di 1-0, trovano la forza e l’orgoglio di non mollare mai e di imporsi ai marchigiani trascinati da un super Ishikawa, MVP del match!

Al cospetto dei campioni d’Italia in carica, Milano gioca il primo set contratta, i marchigiani vincono 18-25 il parziale incontrastati in attacco, vanificando i tentativi milanesi di entrare effettivamente nel set. Sliding door per Piano e compagni, dal secondo parziale i ragazzi di coach Piazza entrano in campo in maniera spavalda e con il coltello tra i denti e fanno loro la seconda frazione 21-25. L’inizio del terzo set è promettente per i meneghini, che prendono subito il largo contro una Lube che fatica a restare al passo, la qualità al servizio si alza e di conseguenza tutti gli altri fondamentali. Quarto set estremamente equilibrato, ma i punti che contano, con le realizzazioni di Ishikawa e Mergarejo, rilanciano Milano verso il finale di partita lasciando i padroni di casa a 21-25, staccando il pass per Roma per la seconda Final Four nella storia della società.

Una gara che lascia a Milano una grande consapevolezza: una squadra che non molla mai, che sa soffrire e sa ripartire, trovando la determinazione necessaria per imporsi anche contro squadre sulla carta più forti.

DICHIARAZIONE

Paolo Porro (Allianz Powervolley Milano): «Eravamo in un momento difficile e una vera squadra si rialza insieme, in un campo importante, contro una squadra importante. L’avevamo già fatto l’anno scorso, anche se non eravamo in questa situazione un po’ complicata, ma la conferma è sempre bella. Adesso giochiamo le nostre carte anche in campionato, a partire da Siena l’8 gennaio. Proveremo a giocarci le nostre carte perché è iniziato il girone di ritorno e possiamo ancora fare molto bene».

CRONACA

Primo set:

Primo break Civitanova firmato da Anzani con il suo monster block su Vitelli, poi replica Chinenyeze su Patry (3-1). Macinano muri gli uomini di Blengini, sul 6-1 time out per coach Piazza. Si sblocca Milano con la pipe di Mergarejo, poi l’ace di Porro accorcia 6-3. Allarga la forbice il block out di Chinenyeze (10-4). Civitanova risponde presente e allunga con Nikolov 19-13. Cambio per coach Piazza: Piano su Vitelli, poi Ebadipour su Mergarejo. Ma il set è a senso unico e punta Civitanova, chiude la frazione Nikolov con il suo lungolinea 25-18.

Secondo set:

Equilibrio in partenza, s’impone Matteo Piano in primo tempo per il 3-4, poi Ishikawa conquista il confronto a rete con Zaytsev, 6 pari. Doppio vantaggio per Milano con il muro di Patry (8-10), poi l’errore in attacco di Bottolo porta Piano e compagni avanti 13-16. Jean Patry conferma il lungolinea per il 15-19. Nikolov sgancia l’ace e si riporta sotto 17-19. Il martello giapponese allontana i padroni ci casa e accompagna i suoi avanti 19-23, poi ci pensa l’opposto transalpino a chiudere il set con il suo block out 21-25.

Terzo set:

Primo allungo di Milano prima con il muro di Mergarejo poi l’attacco di Piano per il 2-4, poi ishikawa vola sopra il muro marchigiano e trova il 5-10, poi, sempre il martello giapponese, approfitta del muro a uno per sganciare la sua diagonale che vale il 7-13. Il muro del capitano firma il +7 (12-19), e il +8 arriva con Loser in primo tempo (13-21). Civitanova ci prova con Bottolo che rifila due ace agli ospiti e accorcia a 18-24. Chiude i conti del terzo set Ebadipour (entrato nel corso del set su Mergarejo) per 18-25.

Quarto set:

Equilibrio in partenza anche in questo parziale, Civitanova è presente in difesa che un super Zaytsev ma Milano non si fa sorprendere e con la pipe di Mergarejo sigilla il 9-9. Vantaggio Milano con il muro di Porro (13-15) e coach Blengini chiama time out. Arriva un super monster block per Milano firmato Yuki Ishikawa che vale un preziosissimo +3, 14-17. Show Milano, Mergarejo affonda Bottolo in difesa ed è 16-20. Ancora Yuki Ishikawa che sancisce il 19-23 con la sua diagonale, ed è proprio il giapponese a chiudere la pratica quarti di finale Coppa Italia, segnando il punto della vittoria, 21-25.

TABELLINO

CUCINE LUBE CIVITANOVA – ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO: 1-3 (18-25, 25-21, 18-25, 21-25)

Cucine Lube Civitanova: Garcia Fernandez, Sottile, D’Amico, Balaso (L), Zaytsev 14, Chinenyeze 10, Nikolov 14, Diamantini, De Cecco, Anzani 2, Bottolo 11, Yant 3. N.e. Gottardo, Ambrose (L). All. Gianlorenzo Blengini.

Allianz Powervolley Milano: Mergarejo 18, Lawrence 1, Bonacchi, Vitelli 1, Loser 3, Patry 15, Piano 9, Ishikawa 21, Porro 3, Colombo (L), Pesaresi (L), Ebadipour 2. N.e. Fusaro:. All. Roberto Piazza.

NOTE 

Durata set: 23’, 26’, 24’, 27’. Durata totale: 1h e 40’. 

Cucine Lube Civitanova: battute vincenti 5, battute sbagliate 16, muri 5, attacco 51%, 39% (19% perfette) in ricezione.

Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 8, battute sbagliate 23, muri 10, attacco 50%, 46% (24% perfette) in ricezione. 

Impianto: Eurosuole Forum di Civitanova

Unisciti anche tu al MURO ROSSO