Nicholas Hoag: ‘Giocare in Italia è grandioso. Con Milano ancora di più’

SHARE

Nicholas Hoag: “Giocare in Italia è grandioso. Con Milano ancora di più”.

 

Una vittoria fa sempre bene, e quella ottenuta domenica scorsa contro Sora ha rinvigorito gli animi ed il morale della Revivre Milano. Tornati al lavoro nella giornata di martedì con la consueta doppia seduta di allenamenti tra la palestra B.fit di Legnano ed il PalaYamamay di Busto Arsizio, De Togni e compagni hanno spostato la propria attenzione sul nuovo impegno casalingo che li attende sabato 18 febbraio a Busto Arsizio. Alle 20.30 terz’ultima gara di Regular Season con la Bunge Ravevva che fa visita ai meneghini.

Obiettivi differenti per Milano e Ravenna alla vigilia della sfida di sabato, con la Revivre che vuole i tre punti per tentare di abbandonare l’ultima piazza mentre la Bunge cerca il massimo dei punti per entrare nella zona Play Off. La squadra di Monti dovrà essere carica e sfruttare le energie positive arrivate dopo il successo con Sora, come conferma lo schiacciatore Nicholas Hoag, uno dei migliori nella vittoria di domenica: “Si, sono molto contento di aver vinto domenica contro Sora, soprattutto per il morale e la testa della squadra, oltre per i due punti conquistati. Una prestazione che permette a tutti noi di lavorare uniti, con maggior grinta e maggiore confidenza in questa settimana di preparazione alla gara contro Ravenna. Domenica abbiamo giocato bene e nonostante l’uscita di Todor, siamo riusciti comunque a portare a casa il successo”.

Lo schiacciatore canadese della Revivre Milano racconta poi della sua prima esperienza nel campionato italiano, del livello delle squadre della SuperLega e dell’ambiente meneghino: “Ho sempre desiderato di giocare in Italia. Il livello è altissimo, sia fisico che tecnico, ed è vero quando la gente dice che è il più bel campionato al mondo. Questo era quello che volevo e sto cercando sempre di dare il massimo: purtroppo non sono arrivati molti risultati positivi per noi, ma è comunque grandioso giocare in Italia e soprattutto a Milano. Alla Powervolley mi trovo benissimo: i ragazzi sono straordinari, lo staff e la dirigenza molto preparati e il pubblico ci sostiene sempre nonostante le poche vittorie. Amo questa società che mi ha dato l’opportunità di giocare in Italia e sono onorato di farne parte”.

Se la Powervolley chiedesse a Nicholas Hoag di rimanere anche la prossima stagione? “Mi piacerebbe molto, qui mi trovo molto bene. Ma adesso è ancora presto per decidere. Finiamo al meglio questa stagione poi valuterò cosa fare il prossimo anno”.