Niente punti anche a Padova per la Revivre. La Kioene ha più fame di successo e vince 3-1

SHARE

9a Giornata Ritorno SuperLega UnipolSai
Niente punti anche a Padova per la Revivre. La Kioene ha più fame di successo e vince 3-1

 

Kioene PADOVA – Revivre MILANO 3-1 (32-30, 22-25, 25-19, 25-20)
Kioene PADOVA: Bassanello (L), Zoppellari 1, Shaw 5, Giannotti 20, Balaso (L), Maar 22, Koncilja, Volpato 8, Averill 11, Milan 11, Link n.e., Fedrizzi, Sestan n.e.. All. Baldovin

Revivre MILANO: Cortina (L), Hoag 12, Galaverna 2, Sbertoli 2, Tondo 1, Skrimov 12, Nielsen n.e., Rudi (L), De Togni 6, Galassi 6, Bonfinfante n.e., Adamajtis 14, Marretta 3. All. Monti
NOTE: Kioene PADOVA: 12 muri, 9 ace, 18 errori in battuta, 45% in attacco, 61% (31% perfette) in ricezione. REVIVRE MILANO: 8 muri, 2 ace, 20 errori in battuta, 43% in attacco, 44% (19% perfette) in ricezione.

Anche a Padova la Revivre Milano non trova ne punti ne vittoria. Continua il momento negativo della formazione meneghina che con la sconfitta di stasera si ritrova purtroppo sempre più ultima in classifica visto che Padova, con i tre punti odierni, allunga da +2 a +5. La Kioene interrompe la striscia di 11 sconfitte consecutive mentre per la Revivre salgono a 8 i risultati negativi di fila. Alla Kioene Arena va in scena una partita tecnicamente non bellissima, con molti errori da una parte e dall’altra della rete: ma a crederci di più, giocando con più carattere e voglia di vincere, alla fine è la Kioene Padova che, numeri alla mano, batte meglio (9 ace e 18 errori, contro i 2 ace e 20 errori di Milano), attacca meglio (45% contro il 43%), riceve con più efficacia (61% di positiva e 31% di perfetta contro il 44% e il 19% di perfetta di Milano) e mura di più (12 a 8). Statistiche che non permettono alla Revivre di sbloccare la casella dei punti in classifica e soprattutto di trovare quel successo che regalerebbe maggiore convinzione a tutto l’ambiente milanese per questo finale di stagione. In doppia cifra per Milano finiscono Adamajtis (14), Skrimov e Hoag (12 per entrambi), mentre per Padova sono 4 i giocatori a passare a passare quota dieci punti: Maar (22 ed MVP del match), Giannotti (20), Averill e Milan (11).
Domenica 12 febbraio la Revivre sarà nuovamente impegnata in casa per la sfida contro la Biosì Indexa Sora. Appuntamento alle 18.00 al PalaYamamay di Busto Arsizio

MVP: Stephen Maar (Kioene Padova).

IL MATCH.

Le formazioni in campo:
Kioene Padova:
Shaw-Giannotti, Averill-Volpato, Maar-Milan, Balaso (L).
Revivre Milano: Sbertoli-Adamajtis, De Togni-Galassi, Hoag-Marretta, Cortina (L).

1° SET.
Statistiche 1° Set:
Hoag conquista il primo break della partita con un mani out (6-8) ma un muro di Maar su Adamajtis e l’ace a seguire di Volpato ribaltano la situazione (9-8). Adamajtis si vendica e a muro ferma Maar per il sorpasso Revivre e time out Padova (14-15). Ace di Maar e Monti ferma il gioco (19-18). Monti inserisce al servizio Skrimov al posto di Marretta e il bulgaro favorisce il tapin vincente di Hoag (19-20, tempo Padova). Invasione di Sbertoli (21-20). 6 palle set annullate da Milano, alla settima due attacchi contenuti di Skrimov permettono la ricostruzione vincente di Averill e Padova vince il primo parziale (32-30)
Best scorer: PADOVA: Giannotti 8, Averill 5. MILANO: Hoag 6, Adamajtis 5.
Muri: PADOVA: 3. MILANO: 5 (Adamajtis 3).
Battute (Ace/Errori): PADOVA: 3/5. MILANO: 1/5.
Attacco: PADOVA: 48%. MILANO: 46%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). PADOVA: 65%(31%). MILANO: 46%(19%).

2° SET. Rimane in campo Skrimov per Marretta. L’ace di Maar regala immediatamente il +2 a Padova (4-2). Altra battuta vincente con Giannotti (7-4). Complice qualche imprecisione patavina, Milano recupera fino al 13-13. Nonostante qualche indecisione, Milano si porta avanti con Adamajtis protagonista positivamente e Giannotti negativamente (14-16). Altro errore di Padova dopo una bella difesa di Sbertoli e la Revivre prova la fuga (14-17, giallo a Balaso e time out Baldovin). Muro di Skrimov su Giannotti e Milano allunga (17-22) anche se Averill ferma due volte Skrimov per il -2 (21-23). Maar mette a segno la pipe del -1 (22-23) ma poi sbaglia il servizio (22-24). Alla prima palla set Adamajtis difende e contrattacca (22-25).
Statistiche 2° Set:
Best scorer: PADOVA: Maar 6, Giannotti 5. MILANO: Adamajtis 6.
Muri: PADOVA: 2 (Averill 2). MILANO: 1.
Battute (Ace/Errori): PADOVA: 2/6. MILANO: 0/7.
Attacco: PADOVA: 39%. MILANO: 41%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). PADOVA: 59%(24%). MILANO: 35%(24%).

3° SET. Come nel set precedente è Padova a partire forte (7-4, difesa e attacco di Milan). Il muro di Hoag su Giannotti e l’out di Milan portano subito la situazione in parità (7-7). Maar ferma da solo Hoag per il nuovo +3 (11-8). Ancora pareggio Revivre grazie alla difesa di Sbertoli e l’out di Maar (12-12). Skrimov vspara out e Adamajtis, su palla scontata viene murato, e coach Monti chiama time out (16-13). Padova continua la sua fuga con l’ottimo lavoro a muro e difesa (18-13). Marretta viene fermato a muro (22-17) e la Kioene chiude agilmente con il tapin di Averill (25-19).
Statistiche 3° Set:
Best scorer: PADOVA: Maar 5, Giannotti 5. MILANO: Skrimov 5.
Muri: PADOVA: 4. MILANO: 2.
Battute (Ace/Errori): PADOVA: 2/1. MILANO: 0/4.
Attacco: PADOVA: 36%. MILANO: 42%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). PADOVA: 56%(25%). MILANO: 43%(13%).

4° SET. Dopo l’iniziale vantaggio Revivre (0-3, ace di De Togni), il servizio di Milan ribalta la situazione (ace e tapin di Maar, 9-7 e tempo Monti). Pareggio Revivre dopo l’errore di Maar (10-10). Volpato blocca Tondo, entrato da poco, e Padova si avvantaggia (14-12). Dentro Galaverna per Adamajtis (16-13). Difesa e contrattacco di Padova regalano il +4 e costringono Monti al time out (17-13). Muro di Volpato su Galaverna (18-13). E’ il break che vale il set e la partita, con Padova che chiude gestendo il vantaggio (25-20).
Statistiche 4° Set:
Best scorer:
PADOVA: Maar 7, Volpato 5. MILANO: Hoag 3.
Muri: PADOVA: 3. MILANO: 0.
Battute (Ace/Errori): PADOVA: 2/6. MILANO: 1/4.
Attacco: PADOVA: 61%. MILANO: 43%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). PADOVA: 62%(44%). MILANO: 47%(21%)