CIVITANOVA SI AGGIUDICA UNA PARTITA SPETTACOLARE, MA MILANO E’ SEMPRE COMBATTIVA.

SHARE

MILANO – Decima giornata. All’avvio le squadre sono appaiate, entrambe con quattordici punti, nel gruppo che include WithU Verona, Gas Bluenergy Piacenza (quarto e l’ottavo posto) in soli tre punti, in tribuna 2426 spettatori.
Civitanova si aggiudica la prima frazione di gioco per 21-25, decisivi i nove errori in battuta dell’Allianz Milano che perde il set di appena quattro punti. Secondo set a marchio bianco-blu con Milano praticamente sempre avanti. Da segnalare gli ace e la distribuzione del gioco di Porro che mette Ishikawa nelle condizioni di segnare sette punti, il terzo uomo – ma solo per numero di punti segnati – è Vitelli che è presente in ogni azione di gioco.
Terzo set, fotocopia del primo, Civitanova prova a portarsi avanti, Milano insegue a distanza ravvicinata. Ci riesce fino al 17-20, quando inizia la rimonta di Milano che si riporta alle calcagna di Civitanova, che chiude il set di poco avanti: 22-25. Il quarto e decisivo set lo chiude Civitanova per 21-25. Milano, risente dell’energia spesa nei primi set, l’ingresso di Garcia (10 punti in totale) porta qualche punto in più ai marchigiani che si portano a casa i decisivi tre punti per la definizione delle griglie di Coppa Italia.

CRONACA

PRIMO SET

Primo break a favore di Cucine Lube Civitanova che si porta subito sull’1-5. L’Allianz Milano non ci sta e risponde con Patry che accorcia sul 3-5. Civitanova avanza sul 4-6, Vitelli riporta tutto sul 5-6 ma sbaglia in battuta, come Zaytsev: 6-7 per Civitanova con Milano ad inseguire a distanza ravvicinata. La partita lascia presupporre cambi di palla velocissimi.
7-9, Civitanova prova a decollare con una schiacciatona di Zaytsev, ma Ishikawa non ci sta: 8-9. Le due squadre si equivalgono con Milano sempre agganciata ai marchigiani: subito 10-11 con un splendido pallonetto di Ishikawa.
La squadra di Blengini si tiene avanti di soli due punti con un pallonetto di Chinenyeze 11-13. Ma è un altro francese ad accorciare, Patry schiaccia per il 12-13.
Sul 12-15, Piazza chiama il primo time out per interrompere il primo vero allungo di Civitanova. Milano risponde, ancora, con Patry che schiaccia da posto due dopo un bel tocco di Porro, poi un muro per il 16-17.
17-18, batte Yant riceve Pesaresi, Porro alza e Patry la chiude. 17-20, l’allungo di Macerata continua e Piazza chiama il suo secondo time out. Ace del solito Porro, 20-23. Due punti set da gestire per Civitanova che chiude il primo set per 21-25.

SECONDO SET

Secondo set, si parte in perfetta parità 2-2. Civitanova prova a scappare via con Nikolov che mette a segno subito due punti per il 2-4. Poi una grande difesa di Ishikawa è intercettata da Patry che mette a terra il 3-4. Vitelli conferma il suo grande stato di forma: che muro per il 5-5 e che schiacciata, poco dopo, per il 6-6.
Milano c’è. Dall’altra parte gli uomini di Blengini provano a cambiare il ritmo del set senza riuscirci.
Si avanza punto a punto fino al 10-10 con il pareggio di Ishikawa che sfrutta il muro marchigiano per andare a punto. Ed è ancora lui a prendersi il punto del vantaggio.
Milano è sempre avanti di due punti anche grazie all’errore in battuta dei marchigiani 14-12. Vitelli, sempre lui, 15-13 con una schiacciata da seconda linea. Ace di Porro ed è l’allungo di Milano 18-15.
Ishikawa, il giapponese mostra a tutti di cos’è capace e siamo 20-17. Vitelli – che partita stasera – 22-17. Ishikawa ancora da zona quattro: 24-20.
Civitanova sfrutta un mani fuori per accorciare di un punto e, subito dopo, l’unico errore di Vitelli li porta sul 24-22. Poi Mergarejo: il set è meneghino per 25-22.

TERZO SET

Terzo set, come per il secondo si inizia in parità: all’inizio sono gli errori delle squadra a far scorrere il tabellone fino al 2-3. Si arriva presto al 7-6, con Milano in vantaggio fino al pareggio di Chineyeze per il 7-7.
Poi ancora, uno splendido pallonetto di Patry riporta in pareggio la squadra di Piazza 8-8. Il pubblico sta ammirando una partita equilibrata fatta di attacchi e contro risposte per un match che non vede nessuna delle due squadre riuscire a staccare l’altra. Il muro di Chinenyeze segna il primo vero vantaggio marchigiano per 12-15. Poi Milano reagisce, con Patry che riporta la squadra di Piazza sul 13-15.
Il terzo set sembra un rewind della prima frazione con Civitanova di poco avanti rispetto a Milano.
15-19 Bottolo in battuta, errore e punto per l’Allianz: 16-19. Vitelli, con Civitanova a quattro punti dal termine del set, si prende il punto numero 17.
Il set non è finto, lo dice Lawrence che sulla bell’alzata di Bonacchi porta Milano a 18 e lo stesso vale per Mergarejo: 19-23.
Ace di Ishikawa, il giapponese riporta sotto i suoi 20-23. Che rimonta dei Powerboys.
In questa fase di gioco non poteva mancare all’appello Vitelli che sfrutta una ricezione lunga della difesa di Lube: 21-23. Poi, un lungo videochek assegna il punto 22 a Milano: la palla di Nikolov è di poco fuori.
Civitanova chiude il set 22-25, con Milano alle calcagna.

QUARTO SET

Set decisivo del match. Il numero dei set è a favore di Civitanova, ma l’Allianz Milano è parte attiva di questa partita entusiasmante che si deciderà per pochi punti
L’avvio di questa frazione di gioco è a favore dei ragazzi di Blengini che si portano sull’8-10. Poi, un grande recupero di Porro mette Ishikawa nelle condizioni di attaccare e di prendersi il punto numero dell’11-15.
L’ennesimo ace di Porro porta il risultato sul 14-17. Questa fase di gioco potrebbe premiare Civitanova, ma Milano c’è e combatte: 16-18.
Punto a punto. Questa fase del match vede l’Allianz Milano inseguire con una distanza brevissima 21-13, tutto come nel set precedente.
Civitanova riesce a chiudere il match per 21-25.

Nel complesso della partita sono risultati decisivi i tanti muri marchigiani (7) e gli errori i battuta dell’Allianz Milano (22).

DICHIARAZIONE POST MATCH:

Jean Patry, Allianz Milano: “È difficile parlare così a caldo. Ci sono tante cose che non hanno funzionato stasera, ma su tutte l’energia che non siamo riusciti a trovare, che è una componente molto importante per la nostra squadra. L’energia che avevamo a Trento è mancata molto, secondo me, soprattutto per conquistare quei piccoli punti che non abbiamo fatto, ci siamo andati molto vicini, ma questi piccoli punti con l’energia che non avevamo oggi. Non credo che ci siano tante cose da dire sulla parte tecnica, ma più sulla parte dell’emozione e della grinta della squadra, che è mancata facendoci subire il gioco di Civitanova. Ora dobbiamo andare con la testa giusta a Taranto per una gara che sarà molto difficile e ritrovare questa energia“.

TABELLINO

ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO – CUCINE LUBE CIVITANOVA: 1-3 (21-25, 25-22, 22-25, 21-25)

Allianz Powervolley Milano: Mergarejo 8, Lawrence 1, Bonacchi 0, Vitelli 18, Patry 13, Piano 0, Ishikawa 17, Porro 3, Pesaresi (L), Ebadipour 8. N.e.: Fusaro, Loser, Piano, Colombo. All. Roberto Piazza.
Cucine Lube Civitanova: Garcia Fernandez 10, D’Amico 0, Balaso (L),  Zaytsev 7,  Chinenyeze 13, Nikolov 15,  Diamantini 3, Gottardo 0, De Cecco 4, Anzani 0, Bottolo 11, Yant Herrera 5.  N.e. Sottile, Ambrose (L). All. Blengini

 

NOTE

Durata set:  27’, 30 ’, 30 ’,  25 ’. Durata totale:  h e 52  minuti.

Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 6, battute sbagliate 22, muri 2, attacco  55%,    43% (17% perfette) in ricezione.

Cucine Lube Civitanova: battute vincenti 4, battute sbagliate 15, muri 7, attacco  58%,  37% (  21% perfette) in ricezione.

Arbitri: Brancati, Venturi, Cerra.
Impianto: Arena di Monza, Monza

MVP:   (Mattia Bottolo, Cucine Lube Civinova)

Unisciti anche tu al MURO ROSSO