Piano e Sbertoli nella lista dei 20 per le Olimpiadi di Tokyo

SHARE

Il commissario tecnico della nazionale italiana Gianlorenzo Blengini ha comunicato le liste a 20 atleti per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Da questo elenco verranno poi scelti i 12 azzurri che parteciperanno all’Olimpiade, in programma nella capitale giapponese dal 23 luglio all’8 agosto 2021.

I 20 atleti selezionati per la nazionale italiana maschile: Oleg Antonov, Simone Anzani, Fabio Balaso, Massimo Colaci, Gianluca Galassi, Simone Giannelli, Osmany Juantorena, Jiri Kovar, Filippo Lanza, Daniele Lavia, Daniele Mazzone, Alessandro Michieletto, Gabriele Nelli, Matteo Piano, Giulio Pinali, Fabio Ricci, Davide Saitta, Riccardo Sbertoli, Luca Vettori, Ivan Zaytsev.

Nel frattempo, dalla bolla della VNL di Rimini, è capitan Sbertoli a dire la sua sul proseguimento della manifestazione continentale: «L’ultima week è stata positiva per noi, ha consolidato la fiducia in noi stessi che avevamo già raccolto nella week precedente. Tra le ultime tre gare c’è un po’ di rammarico per la sconfitta col Giappone al tie break. Possiamo però ritenerci soddisfatti, è stata una tre giorni importante che ha confermato il nostro percorso di crescita. Credo che questo gruppo sia cresciuto tanto, vivendola dall’interno posso dire che è cresciuto da tutti i punti di vista, non solo guardando al campo. Il passo successivo, alla luce della crescita vista fino ad ora, è quello di provare a vincere contro squadre che sono avanti a noi. Ci prepariamo ad affrontare tre gare non semplici, non guardiamo la classifica ma quello che facciamo in campo. Il nostro obiettivo non è il risultato ma la crescita individuale e di squadra. Saranno gare difficili ma ci siamo promessi di migliorare il nostro gioco e se ci riusciamo miglioreremo anche la nostra classifica. Sono felice e carico in questa VNL, è una bella soddisfazione giocare con la maglia azzurra, ancor più avendo ricevuto la fascia da capitano. E’ fonte di grande responsabilità. Sono contento perchè è un’esperienza importante per la mia crescita e sicuramente voglio crescere ancora. Ci tengo anche a dare una mano a chi è alla prima convocazione. Obiettivo: crescere, fare bene e dare una mano a chi è alle prime volte in azzurro».