I commenti post vittoria in finale di Piano, Sbertoli, Pesaresi e coach Piazza

SHARE

ANKARA – Gioia, esultanza e grandi festeggiamenti per il primo trofeo della storia dell’Allianz Powervolley Milano. A fine partita i protagonisti in campo raccontano le emozioni del successo per 3-2 in rimonta dei meneghini che consegna la CEV Challenge Cup al club del presidente Fusaro.

Coach Roberto Piazza: «I ragazzi oggi hanno deciso di fare questo regalo, prima di tutto a Milano e al presidente, e poi anche un pochino a me: perché 10 anni esatti fa vincevo la prima Coppa Cev con la Sisley Treviso e oggi, a distanza di 10 anni, questi ragazzi mi hanno fatto rivivere un’emozione meravigliosa. Quando sei sotto 2-1 ai set e 5-2 per gli altri dà parecchio gusto vincere, perché eravamo sul filo del rasoio già da troppo tempo, eravamo sull’orlo del baratro. Invece i ragazzi sono stati bravi, ci hanno creduto, hanno ripreso la loro marcia. Grande soddisfazione, sono felice soprattutto per la società, per il presidente e per tutti quei Milanesi che non sono potuti venire a vedere qua la partita. La coppa è dedicata a Milano e a questo gruppo straordinario di ragazzi che ha saputo voltare pagina subito dopo l’uscita ai Quarti Play Off».

Matteo Piano:«Sono commosso, è bello perché con Pesaresi e Sbertoli lavoriamo insieme a Milano da tempo, siamo cresciuti e condividiamo tanto. In tutti questi anni avevamo un’opportunità ed è stata questa Finale. Quando vinci qualcosa con i tuoi compagni è incredibile, abbiamo fatto una cosa grande».

Nicola Pesaresi: «È la mia seconda Challenge Cup, ma sono contentissimo e, come ha detto Matteo (Piano ndr), non è mai scontato. Complimenti allo Ziraat perché ha fatto una bella partita e ci ha messo in difficoltà, ma noi siamo stati lì e alla fine siamo riusciti a portare a Milano questa Coppa. Siamo tutti molto contenti, sia per noi che per la società».

Riccardo Sbertoli:«Questa Challenge Cup è tantissima roba! Ce lo meritavamo e siamo tutti felicissimi. La dedico alla mia famiglia e a tutti i tifosi e alle persone della società che non sono potute essere qua oggi a vedere la partita».

VIDEO INTERVISTA PIANO, PESARESI, SBERTOLI

VIDEO INTERVISTA COACH PIAZZA

Unisciti anche tu al MURO ROSSO