Milano cade nell’esordio all’Allianz Cloud: Civitanova vince 3-0

SHARE

L’Allianz Powervolley, costretta a rinunciare anche ad Alletti, lotta nel primo parziale ma poi cede in tre set.

MILANO – L’esordio nel 75° campionato italiano di Superlega Credem Banca dell’Allianz Cloud vede la vittoria di Civitanova sull’Allianz Powervolley Milano: nella prima volta del rinnovato impianto della città di Milano la formazione di coach De Giorgi si impone 3-0 con i parziali 22-25, 15-25, 20-25. La squadra di casa deve arrendersi di fronte alla superiorità degli avversari, costretta a far fronte alle numerose assenze cui si aggiunta, a poche ore dal match, quella di Aimone Alletti.

Dopo due successi consecutivi, i ragazzi di coach Piazza hanno provato a gettare il cuore oltre l’ostacolo, cercando di essere più forti delle difficoltà dell’ultimo minuto. Dopo l’assenza prolungata di Matteo Piano, operato al legamento crociato del ginocchio, alla lista degli assenti si è aggiunto anche Aimone Alletti, l’altro ed unico centrale italiano nel roster. L’atleta, che in settimana svolgerà degli accertamenti clinico-strumentali di natura cardiologica, è rimasto ai box, costringendo di fatto Piazza a rivoluzionare la squadra e gettando nella mischia Fabrizio Gironi, rimodulando lo schema tattico. L’avvio del match è stato equilibrato, con Milano che ha saputo trovare soprattutto in Petric un giocatore importante che ha provato a caricarsi la squadra sulle spalle. Insieme a Nimir ha provato a mettere in difficoltà gli avversari, che dal canto loro hanno giocato con il rientrato D’Hulst dal Belgio al posto di Bruno in regia una gara di livello. I colpi di Juantorena, MVP del match con 4 ace e 17 punti finali, gli attacchi di Leal e Rychlicki ed i muri di Simon hanno lanciano gli ospiti che, dopo aver vinto il primo combattuto se, nel secondo game hanno preso il largo.

Si apre così per Milano una settimana di lavoro per cercare di analizzare la situazione in infermeria e capire quali saranno le strategie future, mentre a dire la sua a fine gara è Riccardo Sbertoli: «Sono deluso non tanto per la sconfitta, quanto per quello che non siamo riusciti a fare nel primo set. Avevamo delle difficoltà legate alle assenze dell’ultimo minuto, ma nonostante questo eravamo lì a giocarsi il parziale. Certamente vanno riconosciuti i meriti degli avversari che hanno dimostrato di essere più forti e di meritare la vittoria, ma noi siamo mancati in alcuni momenti importanti di gara. L’Allianz Cloud? Per me è uno degli impianti più belli per giocare a pallavolo, anche se avremmo sperato in un risultato diverso per questo esordio casalingo». Un esordio che Milano ha colorato con il lancio ufficiale del progetto volley4all, ideato in collaborazione con la Fondazione Allianz UMANA MENTE. Il pre gara, infatti, ha visto giocare sul taraflex dell’Allianz Cloud due squadre di Special Olympics Italia, mentre nel momento dell’ingresso in campo Milano, Civitanova e gli arbitri sono stati accompagnati da rappresentanti di Special Olympics e della Polisportiva Milanese 1979 Sport Disabili O.N.L.U.S., puntando l’attenzione sul tema della disabilità nello sport ed investendo del titolo di ambasciatori di volley4all le due realtà.

Cronaca

Primo set:

Avvio equilibrato, poi Civitanova sfrutta due errori di Milano e si porta sul 3-5. + 5 Lube sull’errore in attacco di Nimir dopo un ace fortunoso di Leal (5-10). Muro Lube su Nimir e vantaggio ospite che si fa ampio (6-13). Ace di Clevenot (8-13), con muro di Nimir su Osmany per il 10-13. Milano non molla e con Petric arriva al -1 (12-13), ma l’ace di D’Hulst e il colpo di Leal riportano la Lube avanti 13-17. La rincorsa meneghina non si ferma: l’errore della Lube vale il 16-18. Nuovo break Lube sull’errore di Clevenot e time out Piazza (16-20). Petric colpisce per il 20-22, ma è Rychlicki a trovare il mani out del 21-24 con 3 match ball Lube. Petric ne annulla una, ma lo stesso serbo sbaglia il servizio per il 22-25 finale.

 

Secondo set:

Milano mette davanti il muso con l’ace di Clevenot (8-7), ma la pipe di Juantorena lancia la Lube sul 9-11. Nimir attacca in diagonale per l’11-13, ma è il muro di Simon sull’olandese a portare gli ospiti sul +4 (12-16). Attacco out di Petric e massimo vantaggio Lube (13-18), con time out Piazza sul 14-20. Nimir non chiude l’attacco e Leal in pipe porta il parziale sul 14-22. Ace di Juantorena per il 15-24, con l’attacco di Nimir murato per il definitivo 15-25.

 

Terzo set:

Gran colpo di Nimir in partenza (2-0), ma lo stesso olandese subisce il muro del 3-4. Petric non passa su Simon (5-7) con Piazza a spendere il suo time out. Petric porta Milano sul -1 (9-10), ma la Lube riallunga con Juantorena (9-13). Ancora l’italo cubano a spingere dai 9 metri con 3 ace consecutivi (11-17). Smash di Petric per il 15-19, ma nuovamente il servizio di Civitanova con Leal porta il punteggio sul 15-21. Ace di Weber per il 19-23, ma la gara finisce 20-25 con il punto finale di

 

TABELLINO

ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO – CUCINE LUBE CIVITANOVA: 0-3 (22-25, 15-25, 20-25)

Allianz Powervolley Milano: Sbertoli 3, Clevenot 2, Kozamernik 3, Abdel-Aziz 13, Petric 14, Gironi 1, Weber 1, Basic Pesaresi (L). All. Piazza

Cucine Lube Civitanova: Mossa De Rezende, Anzani 4, D’Hulst 1, Juantorena 17, Rychlicki 8, Leal 10, Ghafour 1, Simon 6, Balaso (L), N.E. Diamantini, Kovar, Marchisio (L), Massari,  Bieniek.. All. De Giorgi.

NOTE

Durata set: 29′, 21′, 29′; Tot: 1h 19′.

Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 3, battute sbagliate 20 muri 1, attacco 45%, 38% (16% perfette) in ricezione.

 

Cucine Lube Civitanova: battute vincenti 8, battute sbagliate 12, muri 8, attacco 53%, 36% (10% perfette) in ricezione.

Impianto: Allianz Cloud di Milano