fbpx

Le Revivre lotta ma cede al tie break contro il Lubin

SHARE

Torneo “Giganci Siatkowki”
La Revivre lotta contro il Cuprum Lubin ma cede al tie break

 

L’esordio al Torneo Giganci Siatkowski di Wielun (POL) è un’autentica battaglia per la Revivre Milano. Contro il Cuprum Lubin la formazione di Andrea Giani da vita ad una sfida equilibrata dal primo all’ultimo punto cedendo solamente 2-3 ai polacchi (30-28, 23-25, 27-25, 23-25, 13-15). E’ stata una bella gara in cui la Revivre ha fatto vedere ottimi momenti di gioco fatti di grinta e carattere contro una squadra decisamente più rodata: la partita, la prima della stagione dopo l’allenamento congiunto con Piacenza, è stata affrontata con l’obiettivo di proseguire il cammino di crescita del gruppo, sia tecnico che di affiatamento, e incontri di livello come quello di oggi fanno sicuramente bene alla Revivre.
Domni, domenica 17 settembre, Sbertoli e compagni saranno nuovamente in campo per affrontare il secondo ed ultimo match in programma: alle 20.00 è la volta di affrontare il PGE Skra Belchatow di coach Roberto Piazza.
 

LA GARA

Il primo set è una bel punto a punto. Le due squadre non riescono a staccarsi ed il finale è mozzafiato. Cebulj è costantemente chiamato in causa a chiudere i palloni pesanti, ma è un tapin vincente di Fabian Plak, dopo il servizio pungente di Galassi, a consegnare la vittoria alla Revivre (30-28).

La partenza del secondo parziale è tutta a favore di Milano che con l’ace di Schott e l’errore ospite vola sul 5-1. Il Cuprum però è squadra ostica e recupera lo svantaggio sul 10-10. Con ancora qualche meccanismo da oliare, la Revivre si fa superare di due lunghezze dai polacchi (12-14) e il gap non varia fino al finale di parziale vinto dal Lubin 23-25.

L’equilibrio continua a regnare in campo. La Revivre riesce ad allungare con un ace di Cebulj (7-5) e un altro bel servizio a seguire di Sbertoli (10-7), ma il Lubin recupera immediatamente portandosi avanti di 2 (12-14). Turno efficace al servizio di Nimir Abdel-Aziz che porta avanti la Revivre (16-14). Il Lubin però sfrutta qualche imprecisione milanese per fuggire (16-18, dentro Tondo per Plak). L’ingresso di Alessandro Tondo è la mossa azzeccata di Giani: sul finale la Revivre prima sfutta i servizi di Nimir (24-23) poi l’opposto della Revivre (tornato in questa occasione in centro) piazza un attacco, un muro ed un ace che chiudono la contesa (27-25).

Il copione non cambia nemmeno nel quarto set. Le due squadre proseguono a braccetto: prima allunga la Revivre con Nimir e Tondo a muro (6-4) poi il Lubin con un efficace fase break (16-19). La squadra di Giani prova due volte ad agganciare i polacchi (18-19 e 23-24), ma il Lubin chiude 23-25 e manda la gara al tie break.

La partenza del quinto e decisivo parziale è tutta per il Lubin che al servizio si avvantaggia di tre lunghesse (1-4). La Revivre recupera fino al 6-6 poi parte nuovamente un punto a punto emozionante. A decidere la gara a favore dei polacchi è un errore di Cebulj in attacco (12-14) e la battuta sbagliata di Preti (13-15).

(Tabellino non disponibile)

Domenica 17 settembre 2017
Ore 17.00: Cuprum Lubin – Noliko Maaseik
Ore 20.00: PGE SKRA Belchatow – Revivre Milano