Il D.S. Fabio Lini: ‘A Vibo è mancata la voglia di lottare. Ora bisogna voltare pagina per fare del

SHARE

Il D.S. Fabio Lini: “A Vibo è mancata la voglia di lottare. Ora bisogna voltare pagina per fare del nostro meglio”

 

Il rientro a Milano per la Revivre dalla trasferta a Vibo Valentia è stato molto difficile. Non tanto per il risveglio anticipato, ma per il risultato negativo ottenuto nella quarta giornata del girone di ritorno contro la Tonno Callipo Calabria. Una partita che doveva essere un crocevia della stagione meneghina per non far scappare i calabresi in classifica e avvicinarsi alla zona play off. Ma la gara ha emesso un verdetto sfavorevole nei confronti della squadra di Luca Monti, ora distante ben 11 lunghezze dalla Tonno Callipo.
 

A prendere la parola al rientro a Milano della squadra è il Direttore Sportivo Fabio Lini, sicuramente amareggiato dopo la gara in Calabria.

In qualità di Direttore Sportivo mi prendo in primis le colpe di come la squadra si sta esprimendo sul campo in questo ultimo periodo e in alcune partite del girone di andata. In campo non abbiamo la volontà di portare a casa partite come quelle di ieri contro Vibo Valentia o come il derby contro Monza. Era una gara di vitale importanza per noi, un’ultima spiaggia quasi per centrare l’obiettivo di inizio stagione. Sono preoccupato perché se non si riesce a far rendere il gruppo in partite come queste, immagino quale possa essere il risultato delle gare che ci attendono in futuro. Giovedì Vibo Valentia ha giocato una partita normale ed è stata brava a sfruttare le nostre debolezze ed i nostri errori. A noi è mancata la voglia di lottare, e quando hai la sensazione di uscire dal campo sapendo di non aver fatto il massimo di quello che bisognava fare, allora la situazione diventa difficile”.
 

Prova comunque a suonare la carica il D.S. della Revivre Milano: “Ora bisogna voltare pagina per fare del nostro meglio visto che l'obiettivo è alla portata anche se oggettivamente più difficile da raggiungere ma non impossibile, soprattutto ora che la squadra è al completo”.