LA SFORTUNA NON ABBANDONA LA REVIVRE MILANO. LA LUBE PASSA AL PALAYAMAMAY 0-3

SHARE

5a Giornata SuperLega UnipolSai

La sfortuna non abbandona la Revivre Milano. La Cucine Lube Civitanova passa al PalaYamamay 0-3
 

Revivre MILANO – Cucine Lube CIVITANOVA 0-3 (18-25, 19-25, 21-25)
Revivre MILANO: Cortina (L), Hoag 8, Galaverna n.e., Sbertoli n.e., Tondo 2, Nielsen 3, Rudi (L) n.e., De Togni n.e., Galassi 4, Dennis 11, Bonfinfante 3, Starovic n.e., Marretta 1. All. Monti

Cucine Lube CIVITANOVA: Sokolov 11, Candellaro 9, Pesaresi (L), Kaliberda n.e., Juantorena 13, Casadei n.e., Stankovic 9, Kovar n.e., Christenson, Cester n.e., Grebennikov, Corvetta 1, Cebulj 8. All. Blengini
NOTE: REVIVRE MILANO: 3 muri, 5 ace, 12 errori in battuta, 42% in attacco, 32% (17% perfette) in ricezione. CUCINE LUBE CIVITANOVA: 6 muri, 3 ace, 20 errori in battuta, 62% in attacco, 44% (27% perfette) in ricezione.

La sfortuna colpisce ancora la Revivre Milano e la Cucine Lube Civitanova ne approfitta espugnando il PalaYamamay con il risultato finale di 0-3 (18-25, 19-25, 21-25). La formazione meneghina, che già partiva con le assenze annunciate di Skrimov e Sbertoli, ha dovuto rinunciare anche a Sasha Starovic (problema muscolare) e a Capitan Giorgio De Togni (influenza intestinale). Strada quasi spianata per i marchigiani che si aggiudicano con il massimo scarto il match mantenendo la testa della classifica della SuperLega UnipolSai a punteggio pieno dopo cinque gare giocate. Non è stata comunque una passeggiata per la Lube la sfida contro la Revivre: i padroni di casa rendono per gran parte della gara la vita difficile ai marchigiani, lottando palla dopo palla per tentare l’impresa. Poi la compattezza e la forza del gruppo di Gianlorenzo Blengini sono uscite nei momenti decisivi per archiviare questo match in tre set.

 

MVP: Micah Christenson (Cucine Lube Civitanova)

 

Danilo Cortina (Revivre Milano): “E’ un cataclisma quello che è successo qui a Busto prima del match. Oltre alle assenze di Skrimov e Sbertoli, oggi abbiamo dovuto fare a meno anche di Starovic e De Togni. Contro questi fattori non possiamo proprio farci nulla se non rimboccarci le manice e dare il meglio di noi in campo. Personalmente però non dobbiamo avere rimpianti per questa sconfitta: per buona parte di tutti i set siamo riusciti a giocare punto a punto con la Lube, poi logico che quando il gioco si fa duro squadre come la Lube hanno sicuramente un qualcosa in più. Ripeto, niente rammarico ma solo bravi a tutti i miei compagni per l’impegno che abbiamo dato stasera”.

Davide Candellaro (Cucine Lube Civitanova). “Complimenti a tutti per la vittoria. Ultimamente però abbiamo dei cali di concentrazione durante i set che ci fa perdere qualche punto. Poi però con altrettanta tenacia riusciamo a raddrizzare la situazione e a vincere. Siamo ancora imbattuti a punteggio pieno. Ora però arriva il bello e dovremo dimostrare di essere una grande squadra e mantenere la testa della classifica”.

IL MATCH.

 

Le formazioni in campo:

Revivre Milano: Boninfante-Dennis, Tondo-Galassi, Hoag-Nielsen, Cortina (L).

Cucine Lube Civitanova: Christenson-Sokolv, Candellaro-Stankovic, Juantorena-Cebulj, Pesaresi (L).

 

1° SET. L’ottimo lavoro a muro di Candellaro proietta i marchigiani sul +4 (7-11), con i punti che aumentano sempre con Candellaro protagonista, questa volta in battuta (9-15, tempo Monti). Sempre al centro il palleggiatore della Lube, trovando in Stankovic un ottimo terminale offensivo. Il coach di Milano decide per un cambio e inserisce Marretta per Nielsen. Il distacco rimane invariato per tutta alla durata del set, fino al 18-25 finale.

Statistiche 1° Set:

Best scorer: MILANO:Tondo 2, Dennis 2. CIVITANOVA: Cebulj 5, Stankovic 5.

Muri: MILANO: 0. CIVITANOVA: 3

Battute (Ace/Errori): MILANO: 1/3 (Tondo 1). CIVITANOVA: 0/9.

Attacco: MILANO: 40%. CIVITANOVA: 74%.

Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 20%(7%). CIVITANOVA: 56%(31%).

2° SET. Torna Nielsen in campo per Marretta. La battuta insidiosa di Boninfante scava subito un +3, e l’inizio del secondo parziale è decisamente più equilibrato e divertente. Civitanova commette qualche imprecisione e la Revivre prova ad approfittarne (11-9). Gran muro di Stankovic su Nielsen per il sorpasso Lube (13-14), ma l’ace di Dennis rimanda avanti la Revivre che lotta con grande carattere (15-14). Nuovo sorpasso Lube con un contrattacco vincente di Sokolov (16-17, tempo Milano) che poi approfitta della palla sull’asta di Dennis (16-18) e di un primo tempo in rete di Tondo (18-21, time out Monti). Milano non riesce ad uscire dalla posizione (la P1) con Christenson al servizio che continua a picchiare forte (18-24). Chiude Sokolov 19-25.

Statistiche 2° Set:

Best scorer: MILANO: Dennis 4, Boninfante 2, Hoag 2. CIVITANOVA: Juantorena 6, Sokolov 5.

Muri: MILANO: 1 (Dennis 1). CIVITANOVA: 3 (Stankovic 2)

Battute (Ace/Errori): MILANO: 2/5 (Galassi 1, Dennis 1). CIVITANOVA: 0/6.

Attacco: MILANO: 32%. CIVITANOVA: 57%.

Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 42%(32%). CIVITANOVA: 29%(21%).

 

3° SET. Milano non smette di lottare neanche nel terzo set (muro di Boninfante su Sokolov per il 7-5). Il pallonetto di Nielsen vale il punto dell’11-8, il doppio ace di Cebulj il pareggio a quota 14 (time out Monti). Si continua con un bel punto a punto: il video check conferma una palla out del muro di Civitanova per il pari 20-20. L’errore al palleggio di un fin qui impeccabile Boninfante e la pipe out di Hoag spediscono sul +3 la Lube (20-23), mentre l’ace di Corvetta (inserito per il Sokolov) il 20-24. L’errore al servizio di Milano regala set e match a Civitanova (21-25).

 

Statistiche 3° Set:

Best scorer: MILANO: Dennis 5, Hoag 5. CIVITANOVA: Candellaro 5.

Muri: MILANO: 2 (Boninfante 1, Galassi 1). CIVITANOVA: 0

Battute (Ace/Errori): MILANO: 2/4 (Galassi 1, Hoag 1). CIVITANOVA: 3/5 (2 Cebulj, Corvetta 1).

Attacco: MILANO: 55%. CIVITANOVA: 54%.

Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 32%(11%). CIVITANOVA: 44%(28%).

 

Gabriele Pirruccio

Ufficio Stampa

Revivre Milano