Milano mura Vibo: vittoria per 3-1 per l’Allianz Powervolley

La squadra milanese si impone sul campo dei calabresi con una prestazione convincente soprattutto a muro

IN SINTESI: Importante successo per l’Allianz Powervolley Milano che torna dalla trasferta di Vibo Valentia con tre punti fondamentali per la qualificazione agli ottavi di finale della Coppa Italia. In Calabria la formazione di coach Piazza si impone in 4 set con i parziali 14-25, 25-20, 15-25, 22-25. Grande protagonista della contesa è Matteo Piano che vince il premio di MVP con 13 punti totali, di cui 7 muri. È proprio il fondamentale del muro a fare la differenza, con Milano che ha portato a casa 13 punti a rete. «Abbiamo fatto uno step in avanti – commenta Sbertoli, che ha messo a terra 6 punti e portato 4 compagni in doppia cifra –. Non sempre si può comandare il gioco, oggi siamo andati in difficoltà ma siamo stati bravi a tornare in pista dopo il passaggio a vuoto del secondo set».

MILANO – L’Allianz Powervolley Milano supera l’esame Vibo Valentia e torna in Lombardia con altri tre punti nella classifica del girone A degli ottavi di finale della Del Monte® Coppa Italia. 3-1 il risultato finale in favore del club meneghino che si è imposto in 1 ora e 44 minuti con i parziali 14-25, 25-20, 15-25, 22-25.

Secondo successo consecutivo per Matteo Piano e compagni che conquistano contro Vibo Valentia altri 3 punti determinanti nella qualificazione ai quarti di Coppa Italia. La prima trasferta stagionale in Calabria regala infatti un nuovo sorriso alla società del presidente Lucio Fusaro che, contro i padroni di casa della Tonno Callipo Calabria, ha chiuso la pratica in 4 set trovando la seconda affermazione in stagione in altrettanti match ufficiali disputati. Prestazione determinata e convincente, ma anche faticosa per l’Allianz Powervolley Milano che approccia benissimo al match e nel primo set scappa sul +10 (10-20) con il muro di Piano per poi chiudere la frazione 14-25. Più combattuto il secondo parziale con Vibo che, dopo aver inseguito fin dall’inizio del match, trova prima il sorpasso per il 20-19, trovando poi l’-1-1 pari sull’errore di Patry (25-20). La vera Milano torna in campo nel terzo set: una serie di 11 punti consecutivi con Patry al servizio, trascinati anche dai muri di Piano, consente all’Allianz Powervolley di passare da 12-10 a 12-21, chiudendo poi il parziale 15-25. Nel quarto e decisivo set c’è più equilibrio, spezzato nel finale dal punto di Ishikawa che chiuse set e match per il 25-22. Milano si è dimostrata una squadra che ha saputo mettere in campo la sua qualità, puntando sull’estro di Ishikawa (protagonista nel primo set con 6 punti) e sulla verve di Sbertoli in regia che ha saputo chiamare in causa tutti i suoi compagni, oltre a mettere a terra 6 punti: insieme al giapponese (14 punti finali per lui), sono 4 i giocatori in doppia cifra con Patry, Piano e Maar che hanno chiuso rispettivamente con 16, 13 ed 11 punti. Costante di questo inizio di stagione, infine, anche l’importanza del fondamentale del muro non solo per i 13 punti che ha portato alla causa meneghino, ma anche per la correlazione con il fondamentale della difesa che ha permesso a Milano di rigiocare molti palloni. Protagonista assoluto è stato Matteo Piano: il capitano dell’Allianz Powervolley si è aggiudicato il premio di MVP con 13 punti totali e ben 7 muri.

«Siamo molto felici per la vittoria, anche se la partita è stata diversa da quella di Verona – commenta Riccardo Sbertoli –. Contro i veneti avevamo imposto sempre il nostro ritmo e non è sempre così durante le partite, mentre oggi siamo andati in difficoltà e nel secondo set abbiamo avuto un passaggio a vuoto. Oggi abbiamo fatto uno step in più, semplicemente perché siamo stati bravi a ricompattarci e nel terzo set a rimettere la gara sui nostri binari». Questi tre punti blindano quasi definitivamente la qualificazione di Milano ai quarti di finale in attesa del risultato di Verona – Monza per poi proiettarsi alla sfida di mercoledì proprio contro i brianzoli per il derby lombardo.

CRONACA

Primo set:

Il primo punto della gara lo mette a segno Ishikawa con una diagonale difesa out da Vibo, con il primo break che arriva subito con l’’attacco out di Drame Neto. Milano vola sul 5-0 con doppio muro di Jan Kozamernik prima e Ishikawa poi, con l’ace di Sbertoli che costringe Baldovin al primo time out. Accorcia le distanze Vibo con l’ace di Chinenyeze (3-6), ma è Maar con un bel colpo a riportare Milano sul + 6 (3-9). Smash del canadese per il 4-11 con l’ace di Kozamernik che vale il 4-12. Grande muro di Piano per il 6-15 dopo una doppia difesa di Ishikawa, con Sbertoli che inventa ad una mano per il giapponese (9-18). Il +10 arriva sul muro di Piano (10-20), con il set che si chiude agevolmente 14-25 sull’errore in battuta dei calabresi.

Secondo set:

Grande diagonale di Patry da posto 4 per l’1-1, con il doppio fallo fischiato a Vibo che spinge Milano sull’1-3. Muro del capitano Piano per il 2-6, che si ripete su Chinenyeze per il 2-7. Ace di Drame Neto per il 5-8, con l’errore di Patry che consente a Vibo di arriva al -2 (11-13). Vibo impatta sul 15 pari con il muro di Saitta su Maar, ma due volte Patry con Milano che torna sul +2 (15-17). Ancora Saitta trova il 18-18, con il sorpasso dei padroni di casa che arriva con Drame Neto per il 20-19. Out Maar per il 22-20, con l’attacco out di Patry che consegna il parziale a Vibo (25-20).

Terzo set:

Muro vincente di Maar per il 3-3, con la pipe di Ishikawa a scrivere il 5-5. Sbertoli illumina ad mano per Ishikawa che non perdona per il 7-7, ma il primo break lo piazza Vibo con il muro di Cester su Kozamernik (9-7). Altro allungo calabresi con De Falco sulla ricezione slash di Milano (11-8). Doppio muro consecutivo di Piano che trova la parità per Milano sul 12-12, con il sorpasso meneghino che arriva sull’ace di Patry (12-13). L’undicesimo muro di squadra, il secondo per Maar, porta l’Allianz Powervolley sul +2 (12-14), che dilaga con Piano e con l’ace di Patry (12-19). Maar piazza il punto del 13-22, con Piano a piazzare il primo tempo del 14-23. Il servizio out di Cester consegna poi il parziale a Milano per 15-25.

Quarto set:

Equilibrio in partenza, rotto dal primo break di Milano con il mani out di Ishikawa (6-8). Ace con il net di Sbertoli per il 7-10, con Kozamernik in primo tempo per l’8-14. Vibo torna a farsi sotto con l’attacco di Drame Neto per il 12-14, con Ishikawa che trova il +3 di vantaggio in mani out (14-17). Sbertoli di seconda trova il 18° punto (il suo sesto personale), con Rossard che sigla il 16-18. Ishikawa trova il 18-21 da posto 2, mentre il mani out di Maar porta Milano sul 19-22. Chiude set e match Ishikawa per il 22-25.

TABELLINO

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO: (14-25, 25-20, 15-25, 22-25).

 

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Chinenyeze 7, Drame Neto 17, Saitta 3, Rossard 11, Corrado 0, Rizzo (L), Cester 3, De Falco 13, Almeida 0. N.e.: Chakravorti, Sardanelli (L), Gargiulo, Dirlic, Fioretti.  All. Baldovin.

 

Allianz Powervolley Milano: Basic 0, Kozamernik 4, Sbertoli 6, Maar 11, Patry 16, Piano 13, Ishikawa 14, Pesaresi (L). N.e.: Staforini (L), Basic, Daldello, Weber, Meschiari, Mosca. All. Roberto Piazza.  

 

NOTE 

Durata set: 23’, 28’, 24’, 29’.  Durata totale: 1h e’ 17’. 

 

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: battute vincenti 2, battute sbagliate 18, muri 4, attacco 42%, 35% (20% perfette) in ricezione.

Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 7, battute sbagliate 10, muri 13, attacco 46%, 41% (15% perfette) in ricezione. 

Credit photo: Ufficio stampa Vibo Valentia

Share