Presentata al Pirellone a Milano la Revivre Milano 2017-18

Lunedì 9 ottobre Powervolley Milano ha presentato la sua nuova formazione nella prestigiosa sede dello storico Grattacielo Pirelli di Milano

 

Nella Sala Pirelli alla presenza delle più alte e significative cariche politiche e sportive regionali, comunali e della FIPAV si è svolta la Conferenza Stampa di presentazione della rinnovata formazione meneghina che affronterà il massimo Campionato Italiano di Pallavolo, la SuperLega, nel 2017/2018.

Quest’anno, per meglio rappresentare la voglia di puntare sempre più in alto, il Presidente Lucio Fusaro ha scelto la sede regionale per raccogliere amici, sponsor e appassionati del mondo pallavostico quale straordinario scenario per presentare le novità della Stagione.

Sul palco siedono: il presidente di Powervolley Revivre Milano, Lucio Fusaro, il vicePresidente di Regione Lombardia, Fabrizio Sala, e l'assessore allo Sport lombardo, Antonio Rossi, insieme all'assessore allo sport del Comune di Milano, Roberta Guaineri.

Al massimo livello la rappresentativa FIPAV: il Presidente Pietro Bruno Cattaneo, il Presidente lombardo, Adriano Pucci Mossotti, e il Presidente del Coordinamento di Milano, Monza e Lecco, Massimo Sala. Accanto a loro un partner storico e grande sostenitore della squadra milanese, Massimo Protti, CEO di Axopower. Completa il tavolo il più grande pallavolista della storia di Italia e neo allenatore di Powervolley, Andrea Giani.

Dallari introduce da subito gli atleti che formano la squadra milanese, quasi totalmente rinnovata e dopo qualche parola di saluto iniziale cede il microfono all’assessore milanese Roberta Guaineri.

Guaineri sottolinea l’importanza nel percorso educativo dei ragazzi dello sport e garantisce il sostegno delle istituzioni al progetto sportivo della squadra. A tal proposito arrivano come miele alle orecchie di tutti le assicurazioni sul prossimo completamento del PalaLido che dovrebbe diventare la casa futura per le partite di Campionato della Revivre.

I vertici FIPAV ricordano l’importanza di dotare una Città come Milano di infrastrutture sportive adeguate e parlano degli impegni sportivi che riempiranno il prossimo calendario di eventi, ricordando che quella pallavolista è una Federazione sempre più in crescita.

Il vice Presidente regionale lombardo, Fabrizio Sala ricorda la provocazione fatta dalla Regione quando chiese le Olimpiadi per Milano, non certo per fare un dispetto a Roma, ma proprio per avere la possibilità di promuovere lo sport regionale e soprattutto di poter dotare la nostra Città di strutture sportive per i grandi eventi, al momento attuale largamente mancanti.

Anche Antonio Rossi, un monumento dello Sport italiano nel settore Canoa con medaglie Olimpiche e Mondiali come pochi altri, fa un bel discorso sullo sport pulito e formativo, incoraggiando i ragazzi della squadra a inseguire i sogni grazie all’allenamento e alla dedizione.

Prende la parola il vulcanico imprenditore Lucio Fusaro, a capo di numerose aziende italiane e internazionali nonché Presidente di Powervolley.

Fusaro racconta della trasformazione della squadra che parte dallo scorso anno, quando ormai a giochi fatti per il Campionato passato, Revivre si tramuta da semplice sponsor a proprietaria della formazione milanese.

Quest’anno per prima cosa si sono costruite le fondamenta del nuovo progetto e queste sono rappresentate dal grandissimo Andrea Giani che, dopo un passato che più glorioso non si poteva avere come giocatore, si è rilanciato nel nuovo ruolo di allenatore.

E proprio in questo ruolo negli ultimi anni Giani ha portato alla conquista della seconda posizione europea due squadre, prima la Slovenia e poi la Germania, che non vantavano certo una grande tradizione pallavolistica. Al suo fianco uno staff di primo livello che segue Andrea da tempo, il vice allenatore, Matteo de Cecco, e il preparatore atletico, Oscar Berti. Confermato lo scoutman, Paolo Perrone, medaglia d’oro alla recente World League con la Nazionale Francese. Confermatissimo anche, a capo dello staff sanitario, il dottore, Claudio Benenti, affiancato dal fisioterapista, Francesco Manzoni, e dall’osteopata, Luca Tonetti. Su questa fondamenta così solide si sono innestati alcuni arrivi di primo livello che hanno reso il progetto ambizioso ma solidamente realistico: riportare la grandissima pallavolo nella Capitale lombarda.

Si parte da Matteo Piano, il neo capitano, stella della Nazionale Italiana, e da alcuni arrivi dall’estero, come Klemen Cebulj, Taylor Averill, Nimir Abdel-Aziz, Kevin Klinkenberg, Ruben Schott.

Poi le stelle italiane: Alessandro Tondo, Riccardo Sbertoli, Alessandro Preti, Nicola Daldello, Alessandro Piccinelli, Gianluca Galassi, Fabio Fanuli, Riccardo Mian

Tutti insieme formano uno squadrone che, secondo le parole del Presidente, permetterà di appassionare sempre più i tifosi e di riempire il PalaYamamay di Busto Arsizio, l’attuale casa della Revivre. Dopo Lucio Fusaro, prende il microfono Massimo Protti di Axopower che racconta l’impegno della sua società nel sostenere il progetto Milano e sottolinea la vicinanza di intenti con la squadra.

Dallari passa ora la parola a uno “spettatore” d’eccezione, Andrea Zorzi che incita i ragazzi della Revivre con un discorso molto toccante. Ricorda infatti che solo a posteriori tutti hanno detto che l’Italia della Pallavolo dei suoi tempi e di quelli di Giani era destinata a grandi successi, ma che questi successi loro se li sono costruiti giorno per giorno, non dando mai nulla per scontato. Inoltre nessuno, prima dei loro grandi risultati, li avrebbe predetti, ecco perché gli atleti di oggi possono sperare e impegnarsi per raggiungere grandi traguardi.

Poi prima della fine interviene il Capitano Matteo Piano che con grande entusiasmo parla della sua nuova avventura milanese e di come sta vivendo il miglioramento costante della squadra. Un impegno, il suo e quello di tutti gli altri giocatori, che non viene distratto dal futuro ma che pone solide basi sul lavoro di tutti i giorni e sul considerare ogni giorno e ogni partita come un passo importante da conquistare.

Chiude la serie di interventi il discorso di Andrea Giani. Tutti aspettano le parole dell’allenatore e nessuno rimane deluso dalla solidità della sua preparazione e dallo spessore del suo intervento. Andrea non ha mai giocato a Milano da atleta, se non in qualche partita con la Nazionale, ma ora è qui per restarci per portare la squadra alla conquista progressiva di credibilità sportiva e di risultati sempre più straordinari. Basa il suo lavoro sui giocatori, sul lato tecnico e anche umano. Ha portato con sé lo staff con cui ha conquistato i successi europei e ha trovato a Milano persone di grandissimo livello con le quali già collabora più che bene. Il suo modo di allenare e di vedere il Campionato prevede un impegno costante e che non verrà mai meno, neppure con quelle che sono considerate le formazioni top della SuperLega. Ogni partita va giocata fino in fondo, ogni impegno, se preso col dovuto rispetto, porterà a grandi risultati.

A questo punto riprende la parola il Presidente Lucio Fusaro, che mostra le nuove ed eleganti divise da gara e sottolinea l’importanza degli sponsor per il perseguimento e lo sviluppo del progetto. Ricorda come molti di questi siano diventati a loro volta grandi appassionati sostenitori della squadra.

Dopo molte interviste, la festa prosegue nell’elegante cornice del Granaio Duomo, in via Mengoni 2 a Milano. Il Granaio è infatti uno degli sponsor del progetto e non fa mai mancare le occasioni conviviali per rinforzare la coesione tra tutti i protagonisti di questa straordinaria avventura.

Ultimo aggiornamento: 09-10-2017 15:00