Pres. Lucio Fusaro: 'Alla Revivre ottimi giocatori e un grande allenatore.'

Il Presidente Lucio Fusaro commenta il mercato della Revivre Milano

Pres. Lucio Fusaro: “Con prudenza, intelligenza e gradualità abbiamo Portato a Milano grandi atleti e un grande allenatore. Ora aspettiamo il grande pubblico al palazzetto”
 

Sono stati tre mesi intensi quelli vissuti dalla Powervolley Revivre Milano dopo l’ultima palla caduta della stagione 2016/17. Il Presidente Lucio Fusaro si è immediatamente catapultato sulla nuova stagione iniziando a dare vita alla nuova squadra che scenderà in campo nella SuperLega 2017/18. Il primo arrivo è stato quello che ha maggiormente suscitato maggiore interesse: il 30 marzo 2017 presso il CONI Lombardia la Revivre Milano ha presentato Andrea Giani, il nuovo coach che avrà il compito di guidare la nuova Revivre dalla prossima stagione. L’ultimo, invece, è stato il vero colpo a sorpresa, ovvero il centrale della nazionale italiana Matteo Piano. Nel mezzo 90 giorni di grande lavoro della dirigenza meneghina per costruire, con intelligenza e senza mai fare il passo più lungo della gamba, una nuova formazione che potesse competere ad alto livello già dal prossimo campionato. Dalla conferma certa del gioiello di casa Revivre Riccardo Sbertoli, sono arrivati in successione i colpi di Taylor Averill (centrale), Nimir Abdel-Aziz (opposto), Ruben Schott (schiacciatore), Alessandro Preti (schiacciatore), le conferme di Alessandro Tondo (opposto) e Gianluca Galassi (centrale), altri nuovi arrivi come Fabio Fanuli (libero), Alessandro Piccinelli (libero), Kleme Cebulj (schiacciatore), Nicola Daldello (palleggiatore), Kevin Klinkenberg (schiacciatore) e in fine il botto con Matteo Piano (centrale).

Un lungo percorso confermato dalle parole del Presidente della Powervolley Revivre Milano, Lucio Fusaro, vero artefice di questa rivoluzione della formazione meneghina: “Abbiamo iniziato a pensare alla alla nuova squadra praticamente da febbraio quando abbiamo chiamato Andrea Giani e lui ha accettato di venire a Milano credendo nel nostro progetto. Dopodiché bisognava mettere a disposizione del nuovo coach gli strumenti e i giocatori giusti per dargli la possibilità di iniziare il proprio lavoro. Con prudenza, intelligenza e gradualità abbiamo iniziato a portare a Milano grandi atleti, con il botto finale rappresentato da Matteo Piano che credo che sia la ciliegina sulla torta di una fase di costruzione della squadra oculata e attenta. L’aspetto principale però è che continueremo a puntare sui giovani, sui nostri giovani e la conferma di Sbertoli, l’arrivo di Piccinelli e Preti che hanno vestito la maglia delle nostre giovanili, oltre a Gianluca Galassi, ci rende orgogliosi. Quando a suo tempo dicevamo che era meglio perdere con i giovani che vincere con i vecchi, non mi sarei mai aspettato di arrivare ultimo logicamente, ma questo ha portato ad un risultato importante come la vittoria del titolo Under 19. Questo è un grande segnale che il nostro progetto è vincente. Abbiamo cambiato molto rispetto all’anno scorso e con l’occasione ci tengo a ringraziare tutti gli atleti che sono stati con noi, uno su tutti il nostro Capitano Giorgio De Togni. Sono molto contento per lui per la nuova avventura che affronterà a Castellana Grotte”. ”.


Sono arrivati tanti volti nuovi, tanti top player tutti però giovanissimi e con un grande futuro davanti. Il compito di Andrea Giani sarà quello di farli crescere e farli diventare dei top player insieme alla Revivre Milano: “Sono sempre dell’idea che quando si lavora bene in una società facendo crescere i giocatori del futuro, tutto il movimento ne trae beneficio – continua il Presidente Lucio Fusaro -. Abbiamo cercato di fare il possibile per fare le cose per bene. Arrivare ultimi l’anno scorso è stato comunque un passo che fa parte del nostro cammino, ma ricordo quando parlai con il presidente della Lube Volley che mi disse che il loro primo scudetto lo vinsero dopo parecchi anni di serie A. Ecco, noi siamo solo all’inizio del nostro percorso, il secondo anno sotto la mia gestione: vedremo cosa riusciremo a fare nel prossimo periodo”.

Grandi ambizioni per la prossima stagione, grande fermento attorno a questa squadra che il Presidente spera si possa tradurre in tante persone a vedere la Revivre Milano al PalaYamamay: “Quando vinci è sempre meglio di quando perdi, questo è sicuro. Nonostante le tante sconfitte, siamo comunque contenti di quello che abbiamo fatto a Busto Arsizio la scorsa stagione, senza dimenticarci della grande partenza che avevamo fatto vincendo a Molfetta e lottando contro Modena, facendoci pensare a ben altri risultati. Aver salvato la vita a Todor Skrimov comunque è stato il regalo più bella della passata stagione. L’anno prossimo se vinceremo qualche partita in più, il pubblico si appassionerà e si identificherà ancora di più con la nostra squadra ed inizierà a seguirci maggiormente. Al PalaYamamay l’anno prossimo ci saranno grandi nomi e grandi giocatori da sostenere e credo che questo sarà un enorme spettacolo che noi potremo offrire alla pallavolo in assoluto. Ora aspetto tutti al palazzetto”.

Ultimo aggiornamento: 06-07-2017 14:00