Lucio Fusaro: «La Powervolley Milano sostiene i giovani: giusto farli in crescere in ambiente sano e

Le parole del presidente Fusaro, condivise anche dal vice presidente Massimo Protti, dopo i successi ottenuti dal settore giovanile nelle finali nazionali.

Orgoglio, gratitudine e soddisfazione: sono questi i sentimenti che animano il mondo Powervolley Milano dopo i recenti ed entusiasmanti risultati conseguiti dal proprio settore giovanile targato Axopower nelle finali nazionali under di categoria.

La vittoria del titolo tricolore da parte dell’Under18 della pallavolo Revivre Axopower Segrate, ultima in ordine di tempo, rappresenta un’eccellenza, non solo per la pallavolo meneghina, ma anche per tutto il movimento pallavolistico lombardo. La crescita esponenziale degli ultimi anni del Volley Segrate, privilegiato bacino d’utenza della pallavolo di Milano in Superlega, è la metafora perfetta di quei valori in seno al mondo della pallavolo nazionale e sposati appieno dal progetto della Powervolley Milano, quali il rispetto, la lealtà sportiva, l’amicizia, la crescita umana e professionale degli atleti.

Alle immediate congratulazioni del Presidente Lucio Fusaro, dopo la vittoria dello scudetto Under18, seguono oggi nuove dichiarazioni, volte a raccontare l’ottimo lavoro svolto dalla dirigenza e dallo staff di Segrate: «Voglio pubblicamente ringraziare tutte quelle persone che, anche e soprattutto dietro le quinte, hanno profuso importanti sforzi per realizzare un lavoro eccezionale e permettere così alla pallavolo milanese di raggiungere quegli obiettivi e quei traguardi che sono stati conseguiti nelle ultime manifestazioni. La medaglia di bronzo Under 14, il terzo posto dell’Under 20 e lo scudetto dell’Under 18, raggiunte in questo 2018, rappresentano, nel panorama nazionale italiano, dei successi straordinari che collocano il settore giovanile della Powervolley Revivre Axopower Milano tra le élite della pallavolo in Italia. Il mio sincero grazie va in primis a Massimo Marchiori, presidente di Volley Segrate, per aver creduto in questo progetto nel quale la mia figura di presidente di Milano si limita ad una azione di coordinamento finanziario per lo sviluppo e la crescita di questi giovani atleti, consapevole che alcuni di loro, se allenati e aiutati ad intraprendere una carriera sportiva all’insegna dei valori più profondi, potranno diventare dei campioni del futuro, ma soprattutto degli uomini con valori. Non posso non pensare, a tal proposito, ad uno dei migliori prospetti del volley nazionale che abbiamo in squadra: il nostro Riccardo Sbertoli, oggi una realtà della nostra rosa. Un atleta classe 1998, che solo lo scorso anno ha portato a casa, proprio con la maglia di Segrate, il tricolore Under 19 e che abbiamo fatto debuttare in Superlega già tre anni fa. Auguro, pertanto, a questi ragazzi di intraprendere un cammino simile, non dimenticando mai di mettere in campo il loro grande cuore e la loro grande passione che, oggi, ci permette di esultare insieme a loro».

Parole che testimoniano l’attenzione che la società, ed in particolare il suo vice presidente Massimo Protti, hanno nei confronti dei giovani e della crescita del movimento pallavolistico milanese: raccontare simili imprese, dandone il giusto spazio, è uno dei primi passi affinché sempre più persone possano avvicinarsi e vivere questo sport, da atleti e da spettatori. «Credo che evidenziare un successo simile – prosegue Fusaro –, come la vittoria di uno scudetto giovanile, sia doveroso nei confronti di questi ragazzi che hanno lottato con sacrificio per questo traguardo. La soddisfazione di vedere i loro volti e le loro gesta sulla stampa e sui siti nazionali è un altro giusto premio che li ripaga, insieme alle loro famiglie, di quanto fatto negli anni nell’oscurità degli allenamenti quotidiani in palestra, col sacrificio di tutti ragazzi, giocatori, allenatori. Ne approfitto quindi per ringraziare tuti coloro che ci sono stati vicini in questa straordinaria annata, figlia del lavoro costruito nelle precedenti stagioni. Ringrazio anche molti dirigenti federali, di Lega e addirittura di molte squadre (compreso la sportivissima Lube Civitanova che ha perso la finale con noi), con noi complimentate per lo straordinario lavoro svolto nel settore giovanile che ha visto la nostra società, unica in Italia, essere presente nei gironi finali di tutte le categorie, a partire dai giovanissimi. Ringrazio quelle testate nazionali e quei siti specializzati, come ad esempio volleyball.it o il blog dal15al25.gazzetta.it, che hanno voluto dare risalto a questi preziosi risultati, frutto dell’eccellente lavoro svolto negli anni. Ringrazio i tifosi, a cominciare dai primi: i genitori, ai quali auguro da padre di una ex-giocatrice, ed ora nonno, di vedere completata la formazione umana e caratteriale nel sacrificio che i loro figli, ma anche loro stessi, compiono quotidianamente per accompagnarli nella loro crescita. Ringrazio le amministrazioni pubbliche, nella speranza che capiscano che società sportive, siano esse di eccellenza o di puro volontariato, presidino periferie disastrate meglio di qualsiasi vigile di quartiere. Quando si festeggia non bisognerebbe mai eccedere (ed io ho imparato, a suon di sconfitte, quanto effimero possa essere il successo, sportivo e non) ma lasciatemi dire che Milano c’è e, insieme al Volley Segrate (suo bacino giovanile) vuole continuare a crescere per raggiungere altri traguardi prestigiosi».

Ultimo aggiornamento: 13-06-2018 14:00