L’olandese volante è tornato: la Revivre Axopower Milano schianta 3-1 Verona!

Trascinati da un Nimir Abdel Aziz in stato di grazia, i biancorossi emergono come squadra.

BUSTO ARSIZIO – E’ una Revivre Axopower Milano fantastica quella che si impone 3-1 al PalaYamamay di Busto Arsizio contro Calzedonia Verona. Una vittoria preziosissima per gli uomini di Andrea Giani che archiviano in fretta le due sconfitte consecutive al tie break contro Monza e Siena e si rilanciano in classifica mettendo in cassaforte tre punti pesantissimi.

È stata partita vera quella andata in scena nell’impianto varesino con le due squadre accumunate dalla stessa voglia di vincere per il proprio cammino in stagione. Ad avere la meglio è stata la compagine biancorossa che è emersa come collettivo e che ha ritrovato i colpi di Nimir Abdel Aziz, autentico mattatore dell’incontro. 25 punti a referto per l’olandese volante, autentico re Mida del match, capace di trasformare in oro ogni pallone ricevuto. Il suo braccio caldo è stata un’estenuante spina nel fianco della seconda linea scaligera, che ha trovato la forza di reagire solo sul 2-0 in favore dei padroni di casa. Dopo essersi portata avanti con convinzione e determinazione, la Powervolley ha infatti leggermente abbassato la guardia, consentendo a Verona di riaprire il match, aggiudicandosi il terzo parziale 20-25. Ma è stato solo un incidente di percorso, perché la Revivre Axopower ha tirato fuori gli artigli ed ha portato a casa l’intera posta in palio. Un’ottima prova quella dei ragazzi di coach Giani che può godersi ben tre giocatori in doppia cifra (oltre Nimir, anche Clevenot e Maar rispettivamente con 15 e 11 punti), ma anche la solidità di un muro che ha permesso alla seconda linea di difendere numerosi palloni e giocare numerosi contrattacchi.

Milano chiude il mese di novembre con una vittoria e si prepara ad un nuovo tour de force a dicembre contro le prime della classe. Civitanova e Vibo in casa, Trento e Perugia in trasferta in attesa di arrivare al giro di boa del girone d’andata. Ma con una consapevolezza importante: Milano c’è e non molla. Ne è convinto Nimir Abdel Aziz, MVP del match: «Ci tenevamo tantissimo a questa partita e lo abbiamo dimostrato fin dall’inizio, scendendo in campo con la giusta determinazione. Siamo un po’ rammaricati per il terzo set che abbiamo concesso a Verona, perché abbiamo commesso qualche errore in più, ma ci teniamo stretta questa vittoria che ci dà la consapevolezza di essere una squadra che può trovare la giusta dimensione in questo campionato».

 

LA PARTITA

Primo set:
Parte bene la formazione scaligera che si porta avanti 2-0, ma è Nimir con un mani out a riportare il tutto sul 3-3. Verona trova il primo break, chiudendo a muro l’attacco dell’olandese (4-6), ma è l’ace di Sbertoli (il primo della partita) a riportare tutto sul 6-6. Milano trova il primo vantaggio sull’attacco da seconda linea di Clevenot cui segue l’appoggio vincente di Maar (9-7). Ancora il canadese a chiudere con un smash l’11-8 con Grbic costretto a giocarsi, sul -3, il primo time out. Piano piazza il muro del 13-9 su Alletti, con Sbertoli bravo a sollecitare i suoi centri (Kozamernik per il 17-13). Sull’errore di Sharifi (fallo di doppia per il 20-15), Grbic si gioca il secondo time out: Boyer forza a servizio e recupera un punto, ma Nimir tiene le distanze in diagonale (22-18). Sbertoli si supera a muro (23-18), poi è il primo tempo di Kozamernik a chiudere il parziale 25-20.

 

Secondo set:
Si parte con Savani in posto 4 per Manavinezhad per Verona, ma è Milano ad esaltarsi per una difesa di Sbertoli che vale il 3-2 di Clevenot. Verona si rifà sotto e blocca a muro le avanzate di Milano (4-5). Nimir spinge la testa di Milano avanti (6-5) che, in giornata, piazza la diagonale dell’8-6. Clevenot attacca in pipe, Verona è fallosa sotto rete e Grbib si ferma per un time out (13-10). Spirito colpisce dai 9 metri (13-12), ma ancora Nimir attacca per il 15-12. Sharifi trova un ace fortunoso con l’aiuto del nastro, ma è Nimir a togliere le castagne dal fuoco (16-14), stimolando Clevenot che si esalta in pipe per il 17° punto. È ancora dell’opposto olandese il punto del 21-17, mentre Piano trova l’ace del 22-17. Diagonale mostruosa di Clevenot che permette a Milano di chiudere il set 25-20.

 

Terzo set:
Verona tenta l’allungo con il muro di Birarelli su Nimir (3-6) costringendo Giani a chiamare time out. Clevenot prova a suonare la carica ai suoi con un muro su Boyer: è ancora del francese la diagonale del 5-7. Confusione in difesa per gli ambrosiani e Verona scappa sul 5-9. Gli ambrosiani si rifanno sotto con il muro di Maar su Boyer (8-10), ma sono ancora gli scaligeri a provare l’allungo sul 9-13. Piano tiene i suoi a galla in primo tempo, con Clevenot a trovare il muro vincente per il nuovo -2 (11-13). La Revivre Axopower ringrazia l’errore di Birarelli che spreca la possibile palla dell’11-16, errore che permette poi a Nimir di trovare l’attacco vincente per il 13-15. Ancora l’olandese tira fuori dal cilindro il punto del 15-17, ma Verona tiene con il muro vincente su Nimir (17-20). Palla contestata sull’attacco out di Clevenot con la Calzedonia che si porta sul 18-22. Un grande Boyer chiude il parziale 20-25 in favore dei gialloblu.

Quarto set:
Primo break Milano con l’ace di Sbertoli per il 5-3, ma è lo stesso Sbertoli a commettere fallo sotto rete che consente a Birarelli, successivamente, di trovare un ace fortunoso, con l’aiuto del nastro, per il 5-6. L’attacco out di Maar e il +2 Verona costringono Giani a chiamare time out (7-9). Boyer attacca out e Milano riacciuffa Verona sul 10 pari. Birarelli si esalta a muro su Clevenot, ma Nimir è una furia e trova la diagonale del 13-13. Incomprensioni sotto rete e cartellino rosso per Nimir e Birarelli, ma il nuovo vantaggio è di Milano con la diagonale di Nimir (15-14). Verona non passa proprio sull’olandese e Boyer attacca out (18-15). Milano allunga sul +4 (20-16) con Grbic a giocarsi il time out. Nimir trova una fucilata dai 9 metri per il 21-16, ma gli scaligeri accorciano sul 21-18. Ma è Kozamernik a chiudere a muro il match 25-19!

 

IL TABELLINO

Revivre Axopower Milano – Calzedonia Verona: 3-1

Parziali: 25-20, 25-20, 20-25, 25-19

Revivre Axopower Milano: Nimir 25, Kozamernik 7, Sbertoli 4, Maar 11, Piano 6, Clevenot 15, Pesaresi (L). Ne: Hoffer (L), Basic, Izzo, Hirsch, Gironi, Bossi. All. Giani

Calzedonia Verona: Pinelli, Alletti 3, De Pandis (L), Birarelli 6, Boyer 20, Savani, Spirito 4, Manavinezhad 9, Sharifi 10, Solè 1. N.e. Giuliani (L), Marretta, Grozdanov,  Magalini. All. Grbic.

NOTE

REVIVRE AXOPOWER MILANO: 9 muri, 4 ace, 19 errori in battuta, 51% in attacco, 50% (21% perfette) in ricezione.

CALZEDONIA VERONA: 8 muri, 4 ace, 18 errori in battuta, 42% in attacco, 30% (11% perfette) in ricezione.

Ultimo aggiornamento: 25-11-2018 21:00