Matteo Piano ha ricevuto a Roma il premio Estra per lo Sport

ROMA – Storie di solidarietà, di integrazione e di sacrificio, gesti semplici, coraggiosi e tante iniziative dedicate alle realtà disagiate che resterebbero sconosciute all’opinione pubblica senza il racconto giornalistico. Un solo denominatore comune: lo SPORT, un’ottima palestra di vita e motore scoppiettante di emozioni, capace di valorizzare le potenzialità di chi lo pratica. Si confermano questi i valori e i temi protagonisti della III edizione del Premio giornalistico “Estra per lo Sport: raccontare le buone notizie”, promosso da ESTRA S.p.A, multiutility a partecipazione pubblica, in collaborazione con USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana) ed SG Plus Ghiretti & Partners, che anche quest’anno ha ottenuto un grande successo con oltre 240 iscritti.

Per il terzo anno consecutivo il Premio Estra ha voluto dare un riconoscimento per l’adempimento dell’attività giornalistica ai professionisti e ai pubblicisti regolarmente iscritti all’Ordine di categoria e ai praticanti delle Scuole di Giornalismo, che hanno espresso al meglio il valore di promozione sociale e di agenzia educativa dello sport. Di quest’ultima edizione l’assegnazione di un premio ai Protagonisti di una buona notizia, assegnato al racconto dell’esperienza di Matteo Piano, insieme a Luca Vettori, vissuta in Congo e pubblicato su Gazzetta dello Sport del 26 luglio 2019 dal titolo: “La nostra Africa, un mondo unico”.

La Giuria era composta da Francesco Macrì, Presidente di ESTRA, Luigi Ferrajolo, Presidente dell’Unione Stampa Sportiva Italiana, Andrea Abodi, Presidente Istituto Credito Sportivo, Lucia Blini, Vice Direttrice News Mediaset, Danilo Di Tommaso, Direttore Area Comunicazione CONI, Floriana Bulfon, Giornalista Espresso, Venerdì di Repubblica e inviata Rai, Marco Cherubini, Caporedattore Sport Mediaset, Salvatore Sanzo, Presidente del CONI Toscana, Michele Maffei, Presidente Associazione Medaglie d’Oro al Valore Atletico, Giovanni Melani, giornalista sportivo e Membro Giuria Premio Internazionale del Fair Play, Alessandro Palazzotti, Vice Presidente Special Olympics Italia, Vincenzo Parrinello, Gruppo Sportivo Fiamme Gialle, Iacopo Volpi di Rai Sport e Sara Simeoni, Campionessa Olimpica.

Questa mattina, ad aprire la Cerimonia di Premiazione, ospitata nella Salone d’Onore del CONI a Roma è Giovanni Malagò, Presidente del Coni, affiancato da Francesco Macrì, Presidente di ESTRA S.p.A, e Luigi Ferrajolo, Presidente di USSI. Presenti in sala i membri della giuria e importanti rappresentanti delle Istituzioni politiche e sportive.

Share