Coach Piazza: “Il mese di gennaio ci dirà chi saremo davvero”

Le parole del tecnico e di Kozamernik sulla vittoria dell’Allianz Powervolley che porta Milano al terzo posto

MILANO – Il risveglio è quello dei migliori: l’Allianz Powervolley si posiziona in alto in classifica ed entra, di diritto, nel gotha della pallavolo italiana. La vittoria per 3-0 su Monza valer per Milano il controsorpasso su Trento, vincitrice per 3-1 su Ravenna nell’anticipo di Natale, e l’aggancio al terzo posto ai danni di Modena, che ha patito la sconfitta sul campo di Padova. Storia di ieri, del boxing day che chiude l’anno di gare del 2019, ma anche storia di domani, di un domani che si riscriverà a partire dal 16 gennaio, quando la Superlega tornerà ad essere protagonista in campo.

«La cosa che mi interessa di più in assoluto è come la squadra reagisce agli stimoli – commenta con enfasi coach Roberto Piazza –. Abbiamo iniziato nel migliore dei modi il girone di ritorno come l’andata e dobbiamo essere contenti di quello che abbiamo fatto. Occorre però rimanere sempre con i piedi per terra, ma Milano è una squadra che sta evolvendosi e mi piace». Ora inizia un tempo di riposo, almeno dal campionato, con gli impegni delle nazionali incombenti per chi lotterà per i colori del proprio Paese per cercare di conquistare un posto alle Olimpiadi di Tokyo 2020. «Quelli che sono fuori dalle nazionali avranno cinque giorni di riposo – conclude Piazza –, mentre gli altri dovranno fare del loro meglio per le rispettive rappresentative. Poi ci ritroveremo per proiettarci al 16 gennaio contro Civitanova: il mese di gennaio sarà un mese complicato e pieno. Dopo Civitanova avremo tre partite di fila in casa: il 19 Ravenna, il 23 la Coppa Italia con Trento, il 26 Perugia. Lì capiremo chi siamo e cosa vogliamo da noi stessi».

Gli fa eco Jan Kozamernik, uno di quelli che con la Slovenia partirà per il torneo olimpico a Berlino: «Chiudere l’anno così è stato bellissimo. Abbiamo fatto una partita straordinaria, soprattutto perché abbiamo vinto con un grande recupero nel finale. Ora penseremo subito agli impegni con le nazionali, ma sono contento che abbiamo chiuso così».

VIDEO INTERVISTA PIAZZA:

VIDEO INTERVISTA KOZAMERNIK:

Share