La Revivre Axopower Milano non vuole più fermarsi

Post Sora Clevenot intervista Giani: “Non al nostro solito livello, ma bravi a recuperare e vincere”.

MILANO – Milano quota 6. Sei non come i punti in classifica per la Revivre Axopower (che in campionato è a quota 36, al quinto posto), ma sei come le vittorie consecutive che la formazione di Andrea Giani è riuscita a piazzare nel girone di ritorno del campionato di Superlega. Un andamento nettamente in contrasto con quello dell’andata, in cui Matteo Piano e compagni avevano lasciato per strada punti importanti, suscitando più di qualche perplessità sull’effettiva qualità della squadra.

VIDEO GIANI:

Alle parole e ai giudizi dei molti, Milano ha risposto con la qualità e la compattezza dei pochi. Quei pochi sono quei 13 giocatori che costituiscono la vera forza della Powervolley: il gruppo. Alla guida c’è sempre lui, quell’Andrea Giani artefice di questo percorso straordinario di crescita di una squadra che, dopo il sesto posto dello scorso anno, era chiamata a fare qualcosa di più nella stagione 2018-2019. Ed i numeri, almeno per il momento, parlano chiaro. 36 punti, appunto, e quinto posto in classifica a +4 da Verona e -6 da Modena, quarta della classe. Ma soprattutto due vittorie contro due grandi del campionato, che hanno dato e rivelato la dimensione di questa squadra. Due 3-0 contro Civitanova e Modena che hanno entusiasmo l’ambiente, con in primis il presidente Lucio Fusaro, ma che hanno dato consapevolezza al gruppo delle proprie qualità e virtù. Il 3-0 subito a Ravenna all’esordio sembra ormai solo un lontano ricordo, sebbene è proprio da quel ricordo che Milano è ripartita e deve ripartire gara dopo gara. Abbassare la guardia in questo campionato è un errore che non bisogna commettere: lo ha ripetuto a più riprese Giani e lo dimostra anche l’ultima gara, vinta in rimonta dai lombardi contro Sora per 3-2, dopo essere stati sotto 2-0. «Non eravamo al nostro solito livello e contro Sora è difficile giocare commenta Clevenot . Quando abbiamo aumentato la qualità con la battuta ed con l’attacco, le cose sono andate molto meglio». Sintetico e realista, ma soprattutto giudice lucido dell’andamento del match contro i ciociari, ma sempre con il sorriso sulle labbra.

Si è preso la scena il martello francese, non solo perché ha preso per mano la squadra nel momento di difficoltà, ma soprattutto perché la sua spensieratezza e la tua determinazione sono un toccasana per i compagni. Anche quando si trasforma in intervistatore per commentare con il tecnico Giani la partita: «Venivamo da gare dove avevamo speso molte energie e abbiamo un po’ pagato questa condizione. È stata una gara dura, Sora è una squadra forte con schiacciatori di buon livello che ci hanno messo in difficoltà, complice una nostra prestazione non all’altezza delle nostre qualità. Siamo però stati bravi a non mollare, a recuperare e a  vincere la gara». Milano mette così due punti in cassaforte e si prepara ad affrontare il derby di domenica contro Vero Volley: «Monza – conclude Giani – è una squadra ricca di qualità e quindi dovremo prepararla bene, ma la differenza la potrà fare solo la nostra qualità che sapremo mettere in campo».

VIDEO CLEVENOT

Share